Corso di conversazione in inglese

volantino senaso inglese (3)
ENGHISH COURSE – FOCUS ON CONVERSATION

Senaso, our multi cultural centre will be organising an English course focused especially on conversation. Students will be encouraged to relate their experiences and get to know each other.
The class will include people of different nationalities, who will discover how English can become a common language shared by those who travel across the world in search of new opportunities. The course will feature encounters with guests who have travelled from Africa to Europe overcoming great difficulties to finally find a new homeland. Part of the encounters will of course be devoted to a live debate. During the 15 lessons – each lasting one and a half hours –discussion topics shall also be established, so as to have a starting point leading conversation both towards the past, with personal memories, and towards the future, looking at opportunities newly acquired language skills may open up. Expect topics such as work, travel, art, food, and insights into English, American and Italian culture, as well as that of African and Asian countries. As the course progresses, it will become more challenging and interactive, and come to include newspaper articles from different countries, music, videos and audiobooks, offering a multi disciplinary and truly international approach. One of the most important goals of the project is to help and support people fleeing from conflicts or impoverished countries. Accordingly Senaso will be giving two students a scholarship to attend the course free of charge. Prices for the other students will be kept to a minimum – enough to make the course feasible. At the end of the course students will be asked to appear in a short video, introduce themselves and give their opinion about the class. As always with Senaso, the atmosphere will be friendly and welcoming. In keeping with the belief that there can be no learning without fun and enjoyment, we guarantee our lessons will never be boring. Thank you for your consideration, and hopefully for your enthusiastic response.

Main features of our English course:
• Focus on conversation
• Intercultural exchange/Meet people from different countries
• Encounters and debates (with guests from…)
• Business English
• Make a video in English
• Help others

The course will START 7 JUNE 2016 and include:
– An entry test to assess minimum speaking ability for conversation
– 15 lessons each lasting 90 minutes (Tuesday and Friday from 5:00 to 6:30 p.m.)
– An English native speaker, experienced teacher
– Two scholarships for the course
– Interactive material for students

Tassa sui permessi di soggiorno, “Ora gli immigrati vanno risarciti”

Articolo di stranieriinitalia.it
Intervista al prof. Vittorio Angiolini, uno degli avvocati che ha curato il ricorso: “Il contributo non si paga più, Poste non può chiederlo. Incivile addebitare ai regolari i costi dei rimpatri”

Roma – 26 maggio 2016 – Il contributo per il rilascio e il rinnovo del permesso di soggiorno? “La sentenza del Tar è chiarissima, è annullato perchè illegittimo. Le norme italiane che lo prevedevano erano in contrasto con le norme europee. Vuol dire che gli immigrati, già oggi, non lo devono più pagare e possono chiedere indietro quanto versato ingiustamente finora”.

Il professor Vittorio Angiolini, docente di diritto costituzionale alla Statale di Milano, è uno degli avvocati che ha curato davanti al Tar e alla Corte di Giustizia Europea il ricorso di Inca e Cgil contro il balzello da 80, 100 o 200 euro imposto dal 2012 agli immigrati. “Il ricorso è stato accolto, non c’è da discutere, non c’è spazio per altre interpretazioni. Quel contributo non è più dovuto” ribadisce a Stranieriinitalia.it.

Tra gli immigrati c’è incredulità, e non solo perché la notizia pare troppo bella per essere vera . “Abbiamo rinnovato il permesso oggi e abbiamo pagato la tassa di 100 euro” ci segnala un lettore. L’ufficio postale dove ha presentato la domanda, gli ha chiesto comunque la ricevuta del versamento. È normale? C’è bisogno di ulteriori passaggi prima che la sentenza diventi operativa?

“No. Anche Poste Italiane si deve immediatamente adeguare alla decisione del giudice, non può più chiedere il versamento. Tra l’altro, al di là della sentenza, l’azienda è comunque tenuta ad assicurare il servizio di raccolta delle domande, per il quale si fa pagare profumatamente”.

Gli immigrati d’ora in poi risparmieranno, ma che ne sarà dei soldi che hanno versato finora?

“Lo Stato dovrebbe restituirli tutti. Chi ha pagato a causa di una legge illegittima ha diritto a essere rimborsato e risarcito. Il governo probabilmente confida nel fatto che non tutti faranno causa per far valere questo diritto, perché fare causa ha dei costi”.

Come sono stati spesi quei soldi? Per migliorare la gestione dei permessi di soggiorno?

“In buona parte sono stati spesi per finanziare i rimpatri e la tutela dell’ ordine pubblico. Insomma hanno addebitato agli immigrati regolari, solo in quanto cittadini stranieri, i costi di irregolari e criminalità. Questo è assurdo, discriminatorio, incivile”.

Il governo potrebbe fare una nuova norma per reintrodurre il contributo sui permessi di soggiorno? Che spazi di manovra ha dopo la sentenza?

“Gli spazi sono molto stretti e sono indicati nella sentenza della Corte di Giustizia Europea, secondo la quale per il permesso di soggiorno si può esigere un contributo, ma deve essere paragonabile a quello chiesto per le carte di identità”. Oggi la carta di identità costa 5,42 euro.

Elvio Pasca

Stop alla tassa sul permesso di soggiorno, non si paga più

Tassa sul permesso di soggiorno, ecco la sentenza che la cancella

WORKSHOP DI CONVERSAZIONE IN FRANCESE

Partendo da documenti video, articoli di giornali, questo programma ti propone di praticare la lingua francese per acquisire una migliore naturalezza nel parlare.
Questo corso di espressione e di comprensione orale si basa su esercizi di ascolto, giochi di ruolo, la presa di parola e la conversazione guidata.
Non è ne un corso di lessico ne di grammatica. L’obiettivo di questo workshop di conversazione è di permettere agli studenti di fludificare il loro discorso, di arricchire la loro conoscenza delle espressioni. Gli studenti parlano e mettono a frutto quello che hanno imparato precedentemente attraverso scambi.
Consigli sulla sintassi e la grammatica saranno dati dall’insegnante nel rispetto del ritmo del dibattito. Lo scopo del corso è di lasciare il massimo di tempo di parola agli studenti.
Informazioni pratiche
Il corso è indirizzato alle persone che già hanno una base. La durata di una lezione è di un’ora e mezzo.
Il numero minimo richiesto per avviare una classe è di 10 persone.
Orari: dalle ore 11,00 alle ore 12,30
prezzi corsi:
da 1 à 4 setimane : 80,00 euro
da 5 a 8 settimane: 120,00 euro
Spese d’iscrizione: 20,00 euro
Inizio dei corsi: ogni sabato dal 28 maggio 2016
Il corso non è aperto ad assoluti principianti.