“Napoli Ballet Gala – La danza contro la paura dello straniero” che si terrà l’8 novembre al Teatro Mediterraneo – Mostra d’Oltremare, Viale Kenndy 54 ore 21.00.

In primo piano

Lo spirito della serata è di sensibilizzare il vasto pubblico, a prezzi accessibili, alla bellezza, al valore e pregio culturale della musica classica, con gli artisti/ interpreti di rinomata fama mondiale, compresi i danzatori del Bolshoii, Mariinsky, Mikhailovsky Kremlin e del Teatro San Carlo, nel convincimento congiunto che il linguaggio universale della musica non abbia barriere fisico – geografiche.

Gli artisti, già sensibili al tema dell’integrazione e dell’accoglienza, si sono da subito dichiarati disposti a partecipare all’evento, diventandone i protagonisti, entusiasmandosi all’idea della collaborazione funzionale a dare concretezza a un progetto di beneficenza, che riguardi una terra anche diversa dalla loro area di provenienza, consapevoli del fatto che la liberazione dalle sovrastrutture mentali, suscettibili di forzare cose e persone in categorie falsate e luoghi comuni, renda tutti noi integrati e felici, parte di una comunità cosmopolita (che Napoli già rappresenta), recuperando all’umanità dignità e decoro. 

Una parte del ricavato della serata andrà a finanziare il progetto “Una goccia d’acqua per Broudoumé” di seguito brevemente illustrato.

Una goccia d’acqua per Broudoumé.

A Broudoumé (Costa d’Avorio) vivono più di 3000 persone: utilizzavano 4 pompe idrauliche per l’acqua che serve per vivere, lavorare, irrigare.Le pompe furono realizzate nel 1978 ma dal 2000 non funzionano più.

Da 19 anni gli abitanti sono costretti ad attingere acqua all’unica fonte naturale che viene utilizzata per tutti gli usi: questa fonte dista 3 chilometri, e nessuno ne ha certificato la potabilità.

Il nostro obiettivo è ripristinare le 4 pompe. Gli abitanti di Broudoumé hanno bisogno di soli 20.000 euro per riavere l’acqua: con questa cifra è possibile installare 4 nuove pompe idrauliche e formare due persone del villaggio che ne cureranno la manutenzione.Per info e acquisti biglietti: 340 62 87 983 – 349 60 17 191

ESAME D’ITALIANO LIVELLO B1 VALIDO PER LA CITTADINANZA ITALIANA

In primo piano

La Senaso srl organizza il 20 novembre 2019, la Sessione di Esame d’Italiano livello B1 valido per presentare la cittadinanza italiana. Le iscrizioni sono aperti fino al 15 novembre 2019. Per maggiori informazioni chiamare al numero di telefono 08119644076 o scrivere all’indirizzo e-mail: info@senaso.it

Firi ci kalama wolof – Senaso srl

In primo piano

Senaso srl dafay yengu ci wallum firi ci kalamay Italien/Wolof (wala wolof/italien) ci fann yu bari ak anam yu wor te wër ci njëg bu yomb bo ko mengele ak yebeefu mbiru marse.

Lolu mën na nekk ndax Lekalo biñu lekalo ak firikat yu xarañ te namp kalama wolof bi te seen mën mën ak seen jaar jaar mo leen ko may.

Doxalinu tannef sunuy firikat yi namp kalama wolof dafa weru fu wor te ñu ganna ay lanuy dugal ci sunu booleb xéetu mbir.

Sunuy firikat yi namp kalama wolof ñu xarañ lañu ci fann yinu mëne, te umpuleuñu niñu ware woyofal seen jeflante ci niñu laaj këyit bumu mëna doom.

Senaso taxawna ngir deloo beep liggéey ci waxtu ak bés bimu digale ba ci liggéey yi gëna jamp.

Koom Koom : un progetto fantastico al servizio della collettività.

In primo piano

Koom Koom piattaforma online che incentiva il risparmio mette a centro la persona e la forza del gruppo, il relazionarsi per il raggiungimento degli  obiettivi.

In una società che spesso mette a margine le persone che non hanno mezzi o che non hanno quello che serve per avviare un percorso di cambiamento delle loro condizioni di vita, il progetto  Koom koom transforma quello che poteva sembrare un ostacolo in un punto forza attraverso una mutalizzazione delle energie per rispondere alle esigenze dei suoi utenti.

Così, offre una nuova speranza per svuotare i sogni dai cassetti e attraverso un lavoro di gruppo pervenire alla meritata ricompensa. Inoltre Koom crea un economia basata sulla solidarietà e sulla centralità di ciascun membro della catena e della soddisfazione dei suoi bisogni.

Koom koom che è stato presentato durante NA StartUp, l’Evento Napoletano per Sviluppare Networking per l’Ecosistema delle StartUp ha riscontrato molto interesse. Attualmente, prosegue suo cammino di sviluppo per rispondere al meglio alle esigenze dei suoi utenti. Vuoi essere aggiornato sui passi di questa idea fantastico ? Allora contattaci a info@senaso.it

Koom Koom: risparmiare diventa più semplice!

In primo piano

Koom Koom significa economia in wolof, il principale dialetto del Senegal.

È una piattaforma online che incentiva il risparmio collettivo.

Il tasso di risparmio delle famiglie italiane è diminuito dal 19% dalla metà degli anni novanta, all’8,6% del 2016.

L’obiettivo è quello di offrire l’opportunità, a chi non può accedere a un credito, di poter usufruire di un sistema di risparmio collettivo per raggiungere i suoi obiettivi. La piattaforma mette a disposizione uno strumento per incentivare il risparmio oltre a valorizzare legami, interessi e obiettivi comuni.

Come funziona? Un gruppo di privati o imprenditori si mette insieme e decide di contribuire mensilmente in quote uguali. Si sceglie, in comune accordo, un team leader per la gestione delle contribuzioni. Alla fine di ogni mese viene sorteggiato un membro del gruppo diverso che vince il fondo. Questa operazione viene ripetuta fino a quando tutti i membri del gruppo ricevano l’importo di tutti i contributi.

Un sistema semplice ma efficace per ottenere un piccolo capitale per se stessi e per altri membri della comunità, che con questo sistema si viene a creare! Risparmio sicuro e solidale.

Amnesty: con rimpatri Ue a rischio vita di migliaia di afgani

Roma, 5 ottobre 2017 – In un rapporto, Amnesty International (Ai), accusa i governi europei, “determinati ad aumentare il numero dei rimpatri”, “di aver messo a rischio la vita di migliaia di afgani attraverso il rimpatrio forzato nel loro Paese, dove corrono il pericolo di essere rapiti, torturati, uccisi e sottoposti a ulteriori violazioni dei diritti umani”, scrive l’ong in una nota, aggiungendo che diversi di loro “sono stati uccisi”. Secondo Amnesty, “proprio mentre il numero delle vittime civili in Afghanistan ha raggiunto livelli record, i governi europei stanno aumentando i rimpatri forzati di richiedenti asilo esattamente nei luoghi da cui erano fuggiti, in flagrante violazione del diritto internazionale. Il rapporto – scrive Amnesty – “racconta le storie orribili di afgani rimpatriati da Germania, Norvegia, Olanda e Svezia e che sono stati uccisi, sono rimasti feriti in attentati o sono costretti a vivere nella costante paura di essere perseguitati a causa del loro orientamento sessuale o della loro conversione al Cristianesimo”.
Pubblicato da stranieriinitalia.it

think to achieve-3 “Social Change Wave” DIALOGUE PLACE – 23-25 Giugno 2017 Via Portacarrese a Montecalvario, 69 – Napoli
Dal 23 al 25 Giugno torna a Napoli la quinta edizione del contest organizzato da Project Ahead per far emergere idee di innovazione sociale che possano generare un cambiamento positivo nelle comunità e generare imprese e lavoro per i partecipanti. Dopo aver innescato, sin dal 2012, la scintilla del cambiamento ed aver coinvolto nelle precedenti edizioni circa 300 giovani ed un centinaio tra mentor, speaker e giudici, questo evento si trasforma in una onda che porterà lontano i giovani imprenditori e le loro innovazioni sociali con il nome di Social Change wave.
Non si tratta di una Startup Competition come tante altre perché l’obiettivo non è solo quello di dare vita ad idee imprenditoriali di successo e business plan credibili ma anche quello di cambiare radicalmente la vita delle persone coinvolte e delle loro comunità, a partire dalla città di Napoli, ed attraverso iniziative di grande impatto sociale. I partecipanti dovranno dimostrare quindi spirito di iniziativa, creatività ed inventiva ma anche attenzione alla problematiche sociali e voglia di attivarsi per il cambiamento. Sostenuti da mentor di grande esperienza, speaker di straordinaria ispirazione, partner consolidati e sponsor di calibro internazionale, i giovani partecipanti potranno esporre le proprie idee di start up sociali, nel corso della tre giorni, dal venerdì alla domenica, ed avere l’occasione di svilupparle accompagnati da un team di lavoro e di esperti che possano renderla realtà! La “Social Change Wave” si terrà nella suggestiva location di Dialogue Place, il nuovo incubatore di innovazione sociale nei Quartieri Spagnoli, gestito dall’associazione Sagapò e punterà ad un approccio innovativo, che guardi sia alle nuove tecnologie che all’inclusione sociale e culturale, ma anche alla creatività, per affrontare concretamente i problemi della società in un’ottica di sostenibilità sociale ed economica. I changemaker partecipanti avranno a disposizione 3 minuti per esporre il proprio “pitch” al venerdì pomeriggio per entrare tra le 10 idee più apprezzate attorno alle quali, verranno formati i team e che diventeranno oggetto del lavoro di sviluppo nelle 48 ore successive. Il sabato e la domenica mattina saranno dedicati alla costruzione del business plan e allo sviluppo dell’idea, attraverso un confronto diretto con esperti di varie aree aziendali e settori che dispenseranno suggerimenti e proposte di miglioramento. La domenica pomeriggio saranno presentati i progetti, attraverso pitche di 7 minuti ciascuno, ad una giuria di imprenditori e potenziali investitori e verranno scelti i tre migliori che potranno avere, anche attraverso i premi messi in palio, la possibilità di diventare start upper sociali. Nel corso della tre giorni speaker ed esperti del settore intervalleranno i lavori con presentazioni e dibattiti cercando di ispirare i giovani nel loro lavoro. Per i vincitori del contest sarà solo l’inizio: confronto, costruzione di relazioni più durature, possibilità di incontro con nuove persone con cui condividere le proprie ambizioni ma anche i propri dubbi. Essi riceveranno premi personalizzati, oltre ad avere la possibilità di accedere a finanziamenti e ad un supporto consulenziale, potranno beneficiare di un percorso di incubazione per la fase di startup della propria idea di impresa sociale presso il nuovo incubatore sociale Dialogue Place; avranno la possibilità di partecipare gratuitamente ai nostri eventi e far parte di una community internazionale. Ulteriori premi verranno assegnati dai partner e sponsor della tre giorni come la possibilità di realizzare study visit presso gli incubatori sociali di Parigi e San Francisco o incontri di matching con grandi aziende interessate a sviluppare progetti ad impatto sociale La Social Change Wave si rivolge a tutti coloro che fanno dell’innovazione sociale la propria passione e che vogliono essere protagonisti del cambiamento della società in cui vivono.